Saudi Food and Drug Authority

L'Autorità saudita sul cibo e i medicinali (SFDA) è un ente indipendente che riferisce direttamente al Presidente del consiglio dei ministri. Lo statuto dell'SFDA prevede la garanzia sulla sicurezza di cibo e medicinali per esseri umani e animali e sulla sicurezza di sostanze chimiche e biologiche. Ha il compito di regolare e supervisionare questi materiali in tutto il Regno, sia quelli importati sia quelli prodotti localmente. Inoltre l'SFDA è responsabile per la consapevolezza dei consumatori riguardo a tutte le questioni relative il proprio statuto.

Sfida aziendale

L'SFDA desiderava impiegare le tecnologie più avanzate per garantire la sicurezza, la qualità e l'efficacia di dispositivi medici, cibo e medicinali a disposizione degli abitanti dell'Arabia Saudita. Per supportare la missione dell'ente di proteggere e gestire la salute pubblica, sono servite visibilità dei dati in tempo reale e intelligenza dei processi integrata al fine di guidare correttamente gli ispettori presso i punti di entrata.

Soluzione Appian

Inizialmente l'SFDA ha implementato sulla piattaforma Appian il suo Sistema nazionale di registrazione dei dispositivi medici, che usa processi intelligenti per la registrazione dei dispositivi medici introdotti in Arabia Saudita e il monitoraggio dei problemi a essi legati nel corso della loro presenza nel Regno. Dopo il successo del primo, l'SFDA ha implementato un secondo sistema per la gestione di tutti i medicinali e dei narcotici.

Il Sistema nazionale di registrazione dei dispositivi medici presenta oltre 15 000 strutture attive e monitora più di 80 000 prodotti. Quando viene proposta l'importazione in Arabia Saudita di una sostanza di questo tipo, sul sistema viene definito e approvato un profilo struttura. Il sistema poi implementa un pattern matching intelligente in tempo reale per associare i componenti e gli ingredienti a quelli già monitorati nel Regno. Qualunque cosa risulti causare effetti collaterali nocivi innesca un avviso in tempo reale. Il sistema quindi guida l'ispettore al punto di entrata a intraprendere le mosse successive corrette, come negare registrazione e importazione, porre domande per raccogliere le informazioni aggiuntive necessarie, favorire la collaborazione con un esperto per prendere le decisioni migliori e altro. Il nuovo sistema per i medicinali e i narcotici ha un funzionamento simile.